giovedì 19 ottobre 2017

Intervista a Angelica Rubino

-È un piacere intervistarla, ci parli di lei e del suo libro?
Pistola e polvere da sparo è il mio terzo parto letterario, dopo ‘’Jeremy Jenkhins e il fiore della montagna perduta’’ e ‘’perché sei un essere speciale’’. Nasce da una profonda riflessioni sulle mie origini: castellaneta è stata per anni colonia francese. Da qui la storia d’amore tra un italiana e un italo francese che arriva fino ai giorni nostri. È stato edito da montedit https://www.ibs.it/pistole-polvere-da-sparo-libro-angelica-rubino/e/9788865877210

- come ha iniziato a scrivere?
Verso i sette anni, sentivo l’esigenza di farlo. Spesso immaginavo dialoghi tra animali

- come ha scelto il genere del suo libro? A che target si rivolge?
Mi ha sempre appassionata la narrativa storica
Perlopiù ragazze, ma può essere letto da tutti. Non è molto adatto ai bambini

- dove preferisce lavorare? Da cosa trae ispirazione?
A casa
Traggo ispirazione dalle piccole cose: persone, animali, notizie…

- tra I personaggi del suo libro qual è il suo preferito?
Violante, ha il mio stesso temperamento. Io forse sono ancora più testarda di lei

- quali difficoltà ha incontrato nella pubblicazione?
No, nessuna. Avevo già pubblicato con montedit ‘’perché sei un essere speciale’’vincitore del jacques pèrert 2013 e del moicarte 2014.

- la ringrazio del tempo che ci hai dedicato, vuole aggiungere qualcosa?

Sì, se vi va seguitemi su wattpad https://www.wattpad.com/user/angelica_rubino ciao! :)